La scomparsa della fascia di ozono può determinare la fine della Vita sulla Terra   PROGETTO SPIRULINA SALVIAMO IL PIANETA COLTIVANDO L’ALGA SPIRULINA “A CIELO APERTO”       La   vita   sulla   Terra   è   potuta   nascere   solo   dopo   la   creazione   dello   strato   di   ozono   che   si   è   formato   in   milioni di   anni   intorno   all’atmosfera   terrestre   per   effetto   dell’attività   delle   alghe   verdi-azzurre. A   questi   organismi   si deve   l’ossigeno   attualmente   presente   nell’atmosfera,   lo   stesso   ossigeno   che   permise   di   creare   la   fascia protettiva    di    ozono    (O3).    Il    grande    “tetto”    di    ozono    ha    consentito    alla    vita    di    lasciare    le    acque    per conquistare   le   terre   emerse   senza   subire   gli   effetti   delle   dannose   radiazioni   ultraviolette   solari.   La   nostra vita dipende quindi completamente dallo strato di ozono.   Negli   ultimi   decenni   però   la   fascia   di   ozono   ha   cominciato   ad   assottigliarsi   per   l’effetto   di   molti   pericolosi inquinanti   rilasciati   dall’uomo   nell’atmosfera.   Oggi   l’assottigliamento   della   fascia   di   ozono   non   ha   più un   andamento   graduale,   ma   brusco   e   repentino.   Si   registrano   due   grandi   buchi   nell’ozono:   al   Polo Nord   e   al   Polo   Sud   e   si   stanno   aprendo   altri   nuovi   grandi   buchi   nell’Ozono   in   varie   parti   del mondo,   come   ad   esempio   nel   nord   della   California.   La   fascia   di   Ozono   che   protegge   la   Terra   si   è inoltre assottigliata ai massimi livelli.   Queste   importanti   notizie   non   potranno   mai   pervenire   all’Umanità   con   il   giusto   risalto   perché   tutti   i   più importanti mass media sono controllati da lobby, petrolieri, governi e corporations.   La   carenza   o   assenza   dell’ozono   nell’alta   atmosfera   fa   venire   meno   il   filtro   naturale   nei   confronti   dei   raggi solari   UVB   e   UVC,   con   conseguente   crescita   del   rischio   di   cancro   della   pelle   e   mutazioni   del   DNA.   I   raggi solari   non   filtrati   inibiscono   gradualmente   la   fotosintesi   clorofilliana,   riducendo   la   crescita   delle   piante   e   la produzione   di   fitoplancton   oceanico   (il   primo   anello   della   catena   alimentare   marina).   Le   cancerogene   e mortali radiazioni ultraviolette UVB e UVC sono già aumentate di circa il 1400%.   La   soluzione   per   questo   problema   ci   viene   offerta   dall’alga   spirulina   che   ha   la   proprietà   di   assorbire enormi   quantità   di   CO2   (anidride   carbonica)   e   la   trasforma   in   ossigeno,   controbilanciando   in   questo   modo la   distruzione   della   fascia   di   ozono   e   l’effetto   serra,   così   come   fanno   gli   alberi,   che   però   richiedono superfici   maggiori   e   tempi   di   crescita   molto   lunghi.   Infatti,   per   annullare   l’effetto   serra,   occorrerebbe piantare   alberi   per   un’estensione   che   coprirebbe   più   di   dieci   volte   la   superficie   della   Terra.   Mentre, secondo    lo    studioso    Daryl    Kollman,    la    spirulina    assorbe    CO2    in    modo    così    rapido    ed    efficace    che basterebbe   un’estensione   di   400.000   miglia   di   colture   di   quest’alga   per   ottenere   lo   stesso   risultato.   Però   è necessario   che   le   vasche   per   la   coltivazione   della   spirulina   siano   situate   in   Paesi   dove   il   clima   caldo, giorno   e   notte,   permetta   di   coltivarla   “a   cielo   aperto”   per   tutto   l’anno,   così   è   assicurato   il   rilascio   di ossigeno in alta atmosfera e la creazione/rigenerazione della fascia di ozono (O3).   Le   alghe   raccolte   in   queste   coltivazioni   possono   inoltre   fornire   un   alimento   sano   e   completo   alle popolazioni   del   Sud   del   Mondo,   salvandole   dalla   fame   e   dalla   malnutrizione.   La   spirulina   ha   anche la proprietà di chelare dal corpo metalli pesanti e veleni ed eliminare la radioattività.   Quest’alga,   impiegata   in   agricoltura,   è   un   ottimo   fertilizzante   che   riequilibra   ed   arricchisce   il   terreno.   Viene usata con successo anche per depurare le acque reflue.   Per   approfondire   le   informazioni   su   questa   importantissima   alga,   indispensabile   per   la   salvezza   di   Uomo   e Pianeta, è possibile leggere e scaricare gratuitamente il  DOSSIER SPIRULINA, cliccando qui .   L’Associazione SUM avvia il Progetto Spirulina in India   L’Associazione   SUM   sta   realizzando   coltivazioni   “a   cielo   aperto”   di   spirulina   biologica   in   India ,   presso   il Centro   Internazionale   per   lo   Sviluppo   Sostenibile   Amrita   Bhoomi   –   Pianeta   Immortale ,   nato   dalla collaborazione   fra   la   nostra   Associazione   SUM   e   il   Prof.   M.   D.   Nanjundaswamy   leader   di   uno   dei   più grandi   movimenti   di   contadini   del   Sud-Est   asiatico.   Il   Centro   ha   sede   nello   Stato   del   Karnataka,   distretto del Chamarajanagar, ed è stato inaugurato nel 2002.   Questa   collaborazione   ha   reso   possibile   la   costruzione   di   una   “Casa   dei   semi”    per   salvaguardare   i   semi originari   puri,   non   ibridi   e   non   manipolati   geneticamente,   che   i   contadini   possono   conservare   ogni   anno per   la   semina   successiva.   Questo   non   permette   più   che   i   contadini   siano   dipendenti   dalle   multinazionali che,   vendendo   i   semi   OGM,   hanno   portato   fallimentari   raccolti   con   conseguenti   migliaia   di   contadini suicidi.   Il   Centro   Amrita   Bhoomi,   che   si   estende   su   di   una   superficie   di   80   ettari,   è   inoltre   sede   di   una Scuola   di   Agroecologia   riconosciuta   dal   movimento   internazionale   di   contadini   “La   Via   Campesina”   come la più importante Scuola di Agroecologia in tutta l’Asia meridionale .   Questo Progetto, per la sua unicità, è importante divulgarlo e promuoverlo in tutto il mondo.   Il   “Primo   Obiettivo”   da   realizzare   è   raccogliere   €   25.000   che   servono   per   la   costruzione   della   vasca   ed   il realizzo   e   acquisto   di   tutte   quelle   strutture   necessarie   per   avviare   la   produzione   della   spirulina.   Ad esempio: pozzo artesiano, pompa di circolazione, laboratorio di trasformazione, ecc.   Unisciti a noi per salvare la Madre Terra. Se vuoi promuovere anche tu questo “Vitale Progetto”, attivati subito, contattaci:   Associazione S.U.M. – Stati/Popoli Uniti del Mondo e-mail: statiunitidelmondo@tin.it – tel. 380 6452991 www.associazionesum.it – www.laviadiuscita.net     Puoi versare un contributo a:   Associazione S.U.M. – Stati Uniti del Mondo presso la banca CREDEM – Agenzia di Maglie (Le) CODICE IBAN: IT42U0303279720010000000424     “Con il denaro e per il denaro si sta distruggendo il mondo. Con lo stesso denaro, rivolto nella direzione giusta, si può ricostruirlo.”   Isha Babaji Per approfondire: http://laviadiuscita.net/cancerogeni-mortali-raggi-uvb-e-uvc-stanno-bruciando-il-pianeta/ http://laviadiuscita.net/dossier-spirulina-lalga-che-salvera-il-pianeta/ http://www.associazionesum.it/amrita%20bhoomi.htm
Progetto Spirulina
Associazione SUM Stati/Popoli Uniti del Mondo
Associazione S.U.M. - Stati/Popoli Uniti del Mondo - Casella Postale n° 4 - 73024  Maglie  (Le) -Tel. e fax 0836/484851