LO YOGA VITALE di Babaji Francesco Isha Atmananda Lo   “YOGA   VITALE”   è   il   “Nuovo   Yoga”   che   ho   voluto   ideare   per   questa   Nuova   Era.   Bakti Yoga   e   Karma   Yoga   ne   fanno   parte   perché   possa   avvenire   un   reale,   vero   Cambiamento nelle   coscienze   umane   e   nella   vita   di   tutti.   Lo   Yoga   Vitale   è   quindi   nato   per   aiutare l’Umanità a “passare  indenne” dalla vecchia Era alla “Nuova Era” o “Era dell’Acquario”. Lo   YOGA   VITALE   è   quindi   lo   “Yoga   della   Vita”   ed   è   nato   perché   la   Vita   possa   rinascere   sulla   Terra   e   continuare   ad   esistere   nel   modo giusto,   nel   modo   del   vero Amore   e   non   sia   “contaminata”   dal   passato,   da   tutto   ciò   che   di   peggio   il   Pianeta   ed   l’Umanità   hanno   vissuto fino   ad   oggi.   Infatti   “il      rischio”   è   che   l’   “Era   dell’Acquario”   possa   diventare   un’Era   peggiore   della   precedente   (Era   dei      Pesci)   se   il   vero Amore   non   venisse   compreso   e   messo   in   pratica   da   tutti.   Cercherò   quindi   di   spiegare   una   parte   importante   dello   “Yoga   Vitale” iniziando a parlare di Bakti Yoga. Bakti Yoga vuol dire: Unione attraverso l'Amore. Bakti Yoga è servire attraverso l'Amore. «Io   sono...   e   mi   basta   di   essere,   totalmente   contento   di   solo   essere,   di   solo   vivere,   di   solo   esistere»   è   la   massima emanazione dell'Amore. Quando   sei   cosciente   di   ciò   che   tu   sei   veramente,   allora   tu   ami.   Quando   sei   presente   per   gli   altri   in   un   trasporto   di   comprensione   e   di Amore, tu stai amando. Se   mancasse   anche   una   sola   goccia   d'acqua,   l'intera   esistenza   avrebbe   sete.   Quando   prendi   in   mano   un   fiore,   prendi   tra   le   tue   mani qualcosa    dell'intera    esistenza,    e    se    fai    del    male    ad    un    fiore,    fai    male    a    milioni    di    pianeti,    perché    tutto    è    collegato,    tutto    è interdipendente, tutto è Uno. Ogni   uomo   tiene   in   vita   una   piccola   parte   dell'Universo   e   lo   sostiene   con   la   propria   presenza.   Quando   muore   un   uomo,   muore   quella piccola   parte   dell'Universo,   e   l'intero   Universo   soffre   per   la   scomparsa   di   quella   piccola   parte   di   sè   stesso.   Quando   muore   un   uomo, tutte   le   stelle   piangono   e   soffrono.   Quando   muore   un   uomo,   l'intero   Universo   si   squilibra   e   deve   fare   un   piccolo   sforzo   per   ritrovare   il suo equilibrio. Devi   essere   cosciente   di   tutto   per   non   distruggere   te   stesso   perchè   se   distruggi   un   campo   di   grano   o   se   lo   inquini   con   cose   non   pure, non ti darà più da mangiare oppure ti avvelenerà lentamente. Se distruggi l'Amore muori velocemente; se Lo inquini, muori lentamente. Bakti Yoga è coscienza di sé e il rapporto di questo sé con il tutto. Amare è riconoscersi in tutte le  persone, in tutte le cose. E più importante amare che 1.000 meditazioni perchè il Sè è Amore. Bakti   Yoga   porta   la   saggezza   e   l'equilibrio.   Bakti   porta   il   sentirsi   uniti,   il   sentire   di   far   parte      dell'Universo.   Nel   Bakti   tu   non   ti   ritiri   ma   sei disposto   a   far   qualcosa   non   nelle   grandi,   ma   nelle   piccolissime   cose. Amare   è   quella   libertà   di   sentirsi   utili   e   l'equilibrio   viene   quando   tu smetti di pensare a te stesso, poichè metti a fuoco il problema della libertà. Perciò tu sei libero solo quando non pensi più a te stesso. È   libero   e   in   equilibrio   chi   perdona,   poichè   perdonando   tu   ritrovi   l'equilibrio.   Il   perdono   è   Amore.   Nel   perdono   non   vi   è   più   isolamento uno   dall'altro,   perchè   fin   quando   sei   isolato   non   sei   capace   di   amare.   Bakti   è   eliminare   l'isolamento.   Bakti   è   essere   umile.   Bakti   è perdonare. Devi   sempre   dire:   «Chissà   se   in   quelle   circostanze   e   con   quel   tipo   di   evoluzione   io   avrei   fatto   così?».   Non   dire   mai:   «Io avrei   fatto   così!»    se   no   è   un   atto   di   superbia   e   non   di   Amore.   Allora   tu   ti   isoli.   Bakti   è   aprire   gli   occhi   per   non   fare   più   così,   essere scrupoloso   in   tutto   quello   che   fai   e   che   dici.   Per   poter   amare   bisogna   comprendere   e   non   giudicare   mai,   essere   pieni   di   pazienza   e capaci   di   subire,   ma   senza   distruggere   sé   stessi.   Chi   ama   annulla   il   proprio   ego,   ma   non   deve   diventare   uno   straccio.   Bakti   è   saper dosare, scendere nella coscienza degli altri, capire tutto. Amare   è   porsi   la   domanda:   «Chi   sono   io?   Mi   conosco   veramente?   So   amarmi?» .   Non   limitarti   ad   amare   solo   gli   altri,   occorre amare   anche   se   stessi,   conoscere   se   stessi,   per   potere   amare   la   Gloria   del   Cosmos,   la   Gloria   di   Dio,   ovvero   la   “Creazione”   che   ha   il suo   culmine   nella   Creazione   dell’Uomo.   Pertanto   tu   sei   la   Gloria   di   Dio.   Ecco   perché   devi   amare   anche   te   stesso,   con      quell’Amore   che dovresti   avere   nei   confronti   della   Creazione,   così   come   viene   insegnato   nel   mio   Libro   LA   LEGGE   ETERNA   DELL’AMORE ”.   Bakti Yoga può essere compiuto solo da chi è  distaccato dal proprio ego, dalla passione, perchè amare con la passione non porta equilibrio. Amare   è   un   impegno   gigantesco   perché   vuol   dire   capire   tutto,   vuol   dire   comprendere   tutte   le   energie   che   sono   state   usate   per   creare   o costruire qualche cosa. Amare   vuol   dire   non   invadere   mai   lo   spazio   dell'altro ,   a   meno   che   l'altro   non   abbia   bisogno   di   te.   Se   vuoi   aiutare   senza   mai invadere,   chiedi   sempre   all'altro   se   ha   bisogno   di   qualcosa.   Se   non   ha   bisogno   di   nulla,   non   puoi   fare   nulla.   A   seconda   di   come   vieni ricevuto, sai quello che puoi dare e  quello che puoi ricevere. Amare è dare il giusto, quello che c'è bisogno per quel momento. C'è   un   segreto   nell'amare:   è   mettersi   al   posto   dell'altro    per   poterlo   comprendere   e   portare   un   aiuto   per   quello   che   c'è bisogno   in   quel   momento.    Anche   la   tua   sola   presenza   silenziosa   o   dire   poche   parole   buone,   semplici   e   confortanti   è   già   di   aiuto immenso.   Ma   ricorda,   non   una   presenza   piena   di   pensieri,   parole,   critiche,   giudizi,   ma   semplicemente   una   presenza   carica   di comprensione e Amore. Una presenza così è la Presenza Stessa di Dio. Amare   vuol   dire   guardare,   farsi   assorbire   dalla   vita,   esserne   coinvolto.   Amare   vuol   dire   soffrire,   partecipare   in   tutto.   Soffrire   aiuta   a capire. Capire aiuta a crescere. La crescita porta la saggezza. La saggezza porta il non coinvolgimento nella forma, nella materia. L'Illuminazione,   la   Liberazione,   non   è   mai   individuale   ma   collettiva.   Non   puoi   salvare   te   stesso   senza   salvare   gli   altri,   poichè   tutto   è interdipendente, tutto è Uno. Il più grande «Mistero» della  Creazione è che: «Tutto è Uno». Si   racconta   una   bella   storia   di   Buddha.   Buddha   arrivò   alle   porte   del   cielo,   e   lì   naturalmente   era   atteso.   Gli   aprirono   la   porta   e   gli diedero   il   benvenuto.   Ma,   sul   punto   di   entrare,   Buddha   si   volse      indietro   a   guardare   il   samsara,   il   mondo,   dove   milioni   di   esseri   lottano per   la   sofferenza   nell'angoscia,   per   raggiungere   quella   stessa   porta   del   cielo   cui   egli   era   arrivato.   Il   portiere   gli   disse:   «Entra!   Ti stavamo   aspettando».   Ma   Buddha   rispose:   «No,   non   posso   entrare   quando   ci   sono   ancora   altri   che   non   sono   arrivati.   Non   è   ancora   il momento.   Non   posso   entrare,   se   il   tutto   non   è      ancora   entrato.   Devo   aspettare.   È   come   se   fosse   arrivata   solo   la   mia   mano,   ma   non   il mio piede: una mano non può entrare da sola. Bisogna che aspetti». Siamo parte gli uni degli altri, siamo un Tutto. Amare vuol dire aver pazienza, aspettare che anche gli altri arrivino. Bakti   è   accettazione.   Accettare   tutto   e   tutti   per   come   sono   senza   mai   giudicare   né   criticare.   Non   desiderare   che   gli   altri   la   pensino come   te   o   che   arrivino   subito,   perchè   ogni   individualità   è   sacra   e   ognuno   ha   i   suoi   tempi   di   crescita   che   avviene   quasi   sempre   tramite le   esperienze   e   la   sofferenza.   Bakti   è   rassegnazione.   Rassegnazione   è   eliminare   la   passione:   dare   via   una   parte   di   quello   che   spetta   a te. Non   si   può   vivere   senza   dolore   e   chi   dice   di   aver   vissuto   senza   dolore   è   perchè   non   ha   mai   vissuto.   Perciò,   chi   rifugge   il   dolore   e   lo vive   senza   comprenderne   le   cause,   vuol   dire   che   pensa   solo   a   se   stesso,   non   può   dare   nulla   agli   altri,   ha   paura   di   tutto,   perchè   fugge sempre via da se stesso, dalla  vita. Ma chi rifugge la vita si allontana, e si isola dall'Amore. Amare   invece   porta   coraggio,   costanza,   sicurezza.   Chi   ama   è   un   tutt'Uno   con   la   “Famiglia   Cosmos",      che   vuole   solo Amore.   Chi   ama sviluppa il potere divino dell'Amore, che è Unione. Comprendere e perdonare è Amore. Devi   aver   pietà   per   gli   altri   perchè   anche   tu   hai   passato   le   stesse   cose,   le   stesse   sofferenze,   gli      stessi   dolori,   e   la   tua   sofferenza   ti   ha fatto   capire   cosa   sia   l'Amore,   quanto   importante   sia   amare.   Se   tu   non   perdoni,   chi   mai   ti   potrà   perdonare?   Ricorda   che   tutto   è   Uno. Perdonando   sei   perdonato.   Nel   perdono   ritrovi   l'equilibrio.   Nel   perdono   ritrovi   te   stesso.   Nel   perdono   ritrovi   l'Amore.   Nel   perdono   ritrovi la libertà e la felicità. Se   hai   dubbi,   gelosie,   odio   o   rancore,   è   perchè   desideri   solo   ricevere,   ma   se   vuoi   amare   veramente   devi   essere   come   una   rosa   che dona    a    tutti    il    suo    profumo    senza    mai    desiderare    nulla    in    cambio.    Se    desideri    qualcosa    in    cambio,    se    vi    sono    aspettative    di ricompense... quello non è Amore... quello è  solo un commercio. Chi   non   ama   ha   molti   mali. Anche   il   cancro   non   è   nient'altro   che   la   memoria   genetica   messa   fuori   pista   a   causa   dell'odio   e   del   rancore, e   allora   i   geni   delle   cellule,   intaccati   dal   proprio   malcontento,   dall'odio   e   dal   rancore,   si   disarmonizzano   e   impazziscono   perchè perdono   il   ricordo   dell'armonia   e   dell'Amore,   perdono   il   ricordo   che   “Tutto   è   Uno”.   Chi   ha   capito   cos'è   l'Amore   e   lo   insegna,   può      guarire da   tutti   i   mali,   poichè   solo   così   si   riequilibrano   odio   e   rancore   repressi   o   non   repressi.   In   tutte   le   malattie,   il   piatto   della   bilancia   pende solo   dalla   parte   del   proprio   ego   e   per   riequilibrarlo   bisogna   amare   e   perdonare.   Chi   insegna   l'Amore   può   guarire   dal   cancro.   Se   è dovuto a cibo e inquinamento, cioè a cause non karmiche, guarisce con il digiuno e con la giusta dieta. Anche la Meditazione che insegno rigenera la memoria, il ricordo di Sé, il ricordo del vero Amore. Chi   è Amore   è   Dio,   poichè   Dio   è Amore   e Amore   è   Dio.   Nell'Amore   vi   è   la   vita   e   nell'odio   vi   è   la   morte.   Non   avere   rancori   per   nessuno, nessun   risentimento,   solo   così   spezzi   la   ruota   della   sofferenza,   la   ruota   delle   cause   e   degli   effetti   (samsara).   Ama   tutto   e   tutti disinteressatamente e avrai la liberazione. Amare   è   dare   il   meglio   agli   altri   a   secondo   del   loro   bisogno. A   volte Amore   è   distaccarsi,   indipendenza,   per   far   crescere   gli   altri. Amare vuol   dire   sacrificare   continuamente   se   stessi   per   il   bene   degli   altri.   Ma   questo   sacrificio   non   è   dolore,   perchè   chi   ama   veramente   non può soffrire. Questo sacrificio è Beatitudine, Liberazione, Illuminazione e non dolore. Solo l'ego attira il dolore. Il   sacrificio   di   Gesù   è   come   esempio   per   dire   all'Umanità   che   senza   sacrificio,   senza   sforzo,   senza   Amore,   non   si   ottiene   nulla.   Gesù doveva   trasmetterti   in   qualche   maniera   questo   importante   messaggio   di   Liberazione   dalla   Sofferenza   ed   ha   scelto   il   massimo   esempio di   sacrificio,   la   Croce,   affinchè   il   Suo   Messaggio   potesse   rimanere   come   massimo   esempio   di   Amore   e   di   Liberazione   attraverso   i secoli.   Ma   questo   Messaggio   non   è   stato   veramente   compreso.   Questo   messaggio   è   per   dirti   che   senza Amore,   senza   sacrificio,   non si   ottiene   nulla,   poichè   la   Liberazione   nasce   là   dove   finisce   il   tuo   ego   e   inizia   il   tuo   Amore .   Chi   è   esempio   vivente   di comprensione   e   di   Amore   ritorna   libero,   felice,   e   può   cambiare   il   mondo.   Chi   ama   incondizionatamente   non   ha   più   bisogno   di   nulla perchè ha raggiunto la completezza, la totalità del suo essere. Chi ama non è più solo, perchè è unito alla sua Anima, è unito a Dio, è unito a tutte le cose, a tutto l'Universo. Bakti Yoga è Liberazione attraverso Servizio di Amore e di devozione. Chi ama è umile e chi è umile, ama. L'umiltà è il prodotto del tuo Amore. L'ego,   l'orgoglio,   la   presunzione   e   l'arroganza,   non   sono   Amore   ma   autodistruzione.   Se   vuoi   essere   libero,   sii   umile   e   accetta   tutto   e tutti   per   come   sono   senza   mai   criticare   né   giudicare   neanche   un   moscerino.   Chi   critica   o   giudica   anche   il   più   piccolo   moscerino,   è perchè   nel   suo   cuore   non   vi   è Amore   e   l'uomo   non   ne   ha   di   più   di   quel   moscerino.   Non   giudicare   né   criticare   mai   nessuno   perchè   tutti, in   base   alle   proprie   conoscenze   e   alla   propria   evoluzione,   hanno   ragione .   Mettiti   al   posto   dell'altro   e   vedrai   che   ha   ragione. Non criticare né giudicare mai nessuno, perchè se vi sono crimini è perchè vi è mancanza di Amore e di comprensione. Una   famiglia   che   ha   molti   desideri,   trasmetterà   gli   stessi   desideri   ai   propri   figli,   indebolendone   carattere   e   volontà,   e   invitandoli lentamente   a   voler   tutto   e   subito,   invitandoli   al   crimine.   Sii   esempio   di   una   qualità   di   pace,   di   Amore,   di   semplicità   e   di   equilibrio,   e cambierai   il   mondo   insieme   a      persone   della   stessa   qualità.   Tu   vuoi   cambiare   il   mondo   ma,   per   farlo,   devi   cominciare   da   te   stesso,   dal tuo   esempio.   Solo   l'esempio   ha   valore,   tutto   il   resto   non   serve   a   nulla.   Solo   l'esempio   è   vera      educazione,   mentre   il   tuo   malcontento,   le tue   critiche   e   i   tuoi   giudizi   alimentano   la   qualità   peggiore   della   vita,   alimentano   desideri   e   malcontento...   e   il   malcontento   genera malcontento.   Ed   è   così   che   tu   crei   gli   assassini   ma,   in   verità,   col   malcontento,   uccidi   prima   te   stesso   e   dopo   gli   altri,   e   gli   altri distruggeranno   a   loro   volta   il   mondo   intero.   Il   malcontento   è   il   virus   più   letale   che   esista.   Il   malcontento   è   la   tua   morte   spirituale.   Sii esempio   di   semplicità   e   di   amore,   ed   accontentati   di   quello   che   hai,   poichè   chi   è   contento   di   ciò   che   ha,   possiede   il   mondo   intero.   E   se non hai nulla e sei contento anche con nulla, hai tutto e possiedi l’intero Universo. Getta   via   i   tuoi   desideri   personali   e   le   proiezioni   di   tutti   i   tuoi   desideri   sugli   altri.   Getta   via   i   tuoi   attaccamenti,   le   tue   abitudini,   le   tue sovrastrutture   mentali,   i   tuoi   pregiudizi,   i   tuoi   dubbi,   le   tue   opinioni,   la   tua   morale,   la   tua   educazione,   le   tue   critiche,   i   tuoi   giudizi   e   le   tue religioni.   Getta   via   tutto.   Niente   di   tutto   questo   è   Amore.   Solo   la   pratica   viva   dell'Amore   è   Amore,   tutto   il   resto   è   d'intralcio.   Non educazione,   non   morale,   non   la   mente,   non   risentimenti,   non   testi   sacri,   non   parole,   ma   fatti   d'Amore:   Amore   cosciente,   perdono, Amore vivente, Aiuto Concreto. Tutto il resto è amore morto che non serve per la tua felicità e la tua Liberazione. Esci   fuori   dalla   tua   pigrizia.   Esci   fuori   dalla   tua   sofferenza   abbandonandoti   nel   solo   amare.   Comprendi,   ama   e   perdona   con   la consapevolezza che “Tutto è Uno”. Abbandonati   a   tutto   e   tutti,   all’intero   Universo,   ed   io   ti   prenderò   per   mano   per   condurti   verso   la   Luce   e   la   Liberazione,   ma   se   sei attaccato   anche   ad   un   solo   granello   di   sabbia,   ti   sfuggirà   la   libertà   e   non   potrai   vedere   la   Gloria   liberatrice   dell'Amore   Divino.   Getta   via la   tua   mente.   Finora   la   mente   non   ti   ha   mai   liberato   dalla   sofferenza   e   sei   sempre   insoddisfatto.   Arrenditi   e   abbandonati   totalmente   a me   e   all’intero   Universo,   e   avrai   la   liberazione;   ma   se   ti   attacchi   alla   tua   mente   ti   perderai   nelle   angosce,   poichè   la   mente   stessa   è angoscia... la malattia è la mente, e la mente è la sola ed unica malattia. L’altro aspetto dello YOGA VITALE è il KARMA YOGA. “KARMA   YOGA”   significa   servire   attraverso   un’Azione   disinteressata.   Il   LIFE   PROJECT ”   è   il   PROGETTO   DELLA   VITA ”   ed   è   il KARMA YOGA    per   questa   Epoca.   Esso   serve   a   portare   un      Equilibrio   sulla Terra   perché   porta   soluzioni   che   agiscono   sulle   vere   cause dei problemi per risolverli veramente e nel modo giusto, nel modo del vero Amore. La   Consapevolezza   e   la   Conoscenza   che   nascono   dal   vero Amore   possono   risolvere   tutti   i   problemi   del   mondo.   Io   sono qui per insegnarti il vero Amore. Pace sulla Terra, Madre di tutte le Creature Isha Babaji www.yogavitale.org Il Maestro Babaji Francesco Isha Atmananda (Isha Babaji) ha ideato varie Petizioni e importanti Progetti per salvare la Vita sulla Terra e risolvere i gravi problemi dell'Umanità, come ad esempio il "PROGETTO COMUNE SANO" riportato nel Suo libro "S.O.S.TERRA". Egli ha scritto i libri LA LEGGE ETERNA DELL'AMORE”, VERITÀ E SOLUZIONI ed altre pubblicazioni  che potete trovare in formato eBook e cartaceo (libri) sul sito: www.laviadiuscita.net 
Messaggi di Isha Babaji
Associazione SUM Stati/Popoli Uniti del Mondo
Associazione S.U.M. - Stati/Popoli Uniti del Mondo - Casella Postale n° 4 - 73024  Maglie  (Le) -Tel. e fax 0836/484851