VOGLIAMO INCONTRARE LA NOSTRA CONSAPEVOLEZZA? di Babaji Francesco Isha Atmananda Tutto   quello   che   vediamo   “fuori”   nel   mondo   non   è   altro   che   “noi   stessi   con   tutti   i   nostri errori”, con tutto il nostro errato modo di pensare e di agire. Ogni   giorno   ci   incontriamo   con   persone,   ripetendo   sempre   gli   stessi   gesti,   le   stesse   abitudini,   le   stesse   parole,   lo   stesso   modo   di   fare, secondo   vecchi   cliché   dettati   ed   imposti   da   scuole,   società,   politica,   religioni,   famiglie,   amici,   ecc.   ma   con   questo   modo   di   fare   non abbiamo   ancora   risolto   un   solo   problema   sociale,   politico,   economico,   sanitario,   ambientale,   ecologico,   umanitario,   personale,   ecc.,   nel modo   giusto,   anzi,   abbiamo   creato   infiniti   effetti   collaterali    per   il   fatto   di   aver   “risolto”   i   problemi   agendo   solo   sui   sintomi,   solo   sugli effetti   di   questi   problemi.   E   questi   “effetti   collaterali”   che   si   sono   venuti   a   creare   non   sono   altro   che   tutti   gli   attuali   problemi   dell’intera Umanità.   Questi   infiniti   effetti   o   problemi   collaterali,   nati   per   il   fatto   di   non   aver   mai   agito   sulle   vere   cause   dei   problemi,   ora   ci   stanno sommergendo   e   facendo   affogare   e,   a   malapena,   riusciamo   a   stare   a   galla.   Il   60%   delle   famiglie   italiane   è   povera:   il   40%   delle   famiglie italiane   non   riesce   a   giungere   alla   fine   del   mese   e   a   sopravvivere,   mentre   il   20%   non   riesce   nemmeno   a   pagare   l’affitto   di   casa.   In   altri Paesi,   specie   in   quelli   in   via   di   sviluppo,   la   situazione   è   mille   volte   peggiore:   non   hanno   né   acqua   pura   da   bere   né   cibo   con   cui sfamarsi. Sentiamo   quindi,   nel   profondo   del   nostro   cuore,   che   questo   modo   di   vivere,   che   vede   milioni   di   persone   soffrire   in   tutto   il   mondo,   e   noi stessi   soffrire   insieme   a   tutte   queste   stesse   persone,   è   falso,   non   ci   appartiene.   Questo   nostro   modo   di   vivere,   che   non   sentiamo “nostro”,      è   solo   una   matrice   (matrix),   un   modo   di   vivere   voluto   da   “altri”   che   noi   assecondiamo   anche   attraverso   i   nostri   voti   ai   partiti, per   questo   siamo   diventati   un’arma   molto   pericolosa   nelle   mani   di   pochi   potenti.   Forse   non   si   è   consapevoli   di   quest’arma,   che   siamo noi   stessi,   che   consente   a   questo   nostro   “Sistema”      di      continuare   a   fare   le   guerre,   ad   uccidere,   ad   arricchirsi   sulla   sofferenza,   a   fare tutto quello che vuole. Il   Sistema   non   è   solo   politica,   economia,   potere.   No!   Il   Sistema   è   soprattutto   il   nostro   modo   di   pensare   e   di   agire:   è   da   questo   “modo” che   derivano   tutte   le   politiche,   tutte   le   economie,   tutti   i   poteri   facili   alla   corruzione.   Il   nostro   Sistema,   ossia   il   nostro   modo   di   pensare   e agire   non   funziona,   è   fallimentare:   anche   se   pensiamo   bene,   agiamo   sempre   male   e   gli   infiniti   problemi   esistenti   nella   nostra   società   e nel   mondo   intero   lo   confermano.   Tutto   quello   che   accade   dentro   di   noi,   di   conseguenza   accade   ed   accadrà   fuori   di   noi.   Tutto   quello che   vediamo   “fuori”   nel   mondo   non   siamo   altro   che   “noi   stessi   con   tutti   i   nostri   errori”,   con   tutto   il   nostro   errato   modo di pensare  ed agire. Grazie   al   nostro   “Sistema”   interiore   ed   esteriore   continuiamo   a   vivere   nelle   tenebre,   storditi   e   confusi   tra   mille   informazioni   e   fatti strumentalizzati,   falsi,   manipolati,   senza   riuscire   a   vedere   una   via   d’uscita,   senza   sapere   cosa   e   come   fare   per   conoscere   la   verità   su fatti   ed   informazioni,   senza   quindi   avere   una   vera   Giustizia   che   renda   le   cose   veramente   Giuste,   che   permetta   a   tutti   di   vivere   bene, senza   malattie,   in   pace,   nella   prosperità,   in   Amore   ed   Armonia   con   la   Natura,   con   tutto   e   tutti.   Invece   questo   non   avviene,   i   problemi non   solo   non   diminuiscono,   ma   aumentano   sempre   più,   ne   siamo   inondati,   siamo   tutti   sotto   un’   “Onda   Anomala”   creata   dalla   nostra inconsapevolezza.   Se   siamo   onesti,   degni   di   chiamarci   esseri   umani,   se   vogliamo   ri-emergere   e   rinascere   a   nuova   vita   e   quindi risolvere   i   nostri   problemi   e   forse   anche   quelli   altrui   dovremmo   porci   onestamente   queste   domande:   “Siamo   stati   veramente   noi   tutti, ognuno   di   noi,   ad   aver   assecondato,   consapevolmente   o   inconsapevolmente,   tutte   quelle   “forze”   che   hanno   creato   questa   “Onda Anomala”   ossia   tutti   i   problemi   esistenti   sulla   Terra   e   quindi   la   sofferenza   ovunque?   E   cosa   si   deve   fare   per   uscire   fuori   da   questo circolo chiuso? In   questo   inquietante   panorama,   se   non   vogliamo   che   la   situazioni   degeneri   completamente   e   non   si   possa   far   più   nulla   per   cambiarlo, si   deve   far   Luce   nelle   Tenebre,   si   deve   far   emergere   la   Luce   della   Consapevolezza.   Più   le   Tenebre   sono   profonde   e   più   Luce   si   deve emanare    per    annullarle:    la    Luce    della    nostra    stessa    consapevolezza.    “Consapevolezza”    significa    conoscere    le    vere    cause    dei problemi,   realizzare   la   verità,   essere   consapevoli   di   quali   sono   le   vere   cause   dell’   "Onda   Anomala”,   ossia   dei   problemi   che   ci sommergono   quotidianamente.   “Consapevolezza”   significa   anche   agire   nel   modo   giusto,   ossia   alle   cause   dei   problemi,   per   poterli risolvere veramente. Se   infatti   non   si   agisce,   se   non   vi   è   l’azione   giusta,   alle   cause,   vuol   dire   che   ancora   non   si   è   consapevoli.   E’   solo   la   giusta Azione che   rivela   la   “Consapevolezza” .   Essa,   in   ultima   analisi,   non   è   altro   che   “Amore   in Azione”,   è   agire   con Amore   sulle   vere   cause   dei problemi.   E’   solo   nella   giusta   Azione   che   si   rivela   il   vero   Amore   o   Consapevolezza.   Perché   la   “Consapevolezza”   è   “Amore   in   Azione”, un’azione   che   agisce   sulle   cause   dei   problemi.   Il   nostro   cuore   ci   indica   quindi   che   si   deve   iniziare   a   far   qualcosa,   e   che   per   iniziare dobbiamo   unirci,   incontrarci,   per   comprendere   prima   di   tutto,   profondamente,   con   i   nostri   cuori   e   le   nostre   menti,   quali   sono   le   radici,   le vere cause dei  problemi che ci affliggono. C’è   infatti   un   punto   molto   importante   da   comprendere,   ed   è   questo:   se   prima   di   tutto   non      comprendiamo,   se   non   conosciamo   le vere    cause    dei    problemi,    nessun    problema    può    essere    risolto!    Se    partiamo    da    questa    verità    e    vogliamo    veramente comprendere   come   stanno   veramente   le   cose,   possiamo   finalmente   incontrarci   e   diventare   consapevoli   di   molte   cose.   Tutte   le risposte  sono solo nella nostra Consapevolezza. Il Maestro Babaji Francesco Isha Atmananda (Isha Babaji) ha ideato varie Petizioni e importanti Progetti per salvare la Vita sulla Terra e risolvere i gravi problemi dell'Umanità, come ad esempio il "PROGETTO COMUNE SANO" riportato nel Suo libro "S.O.S.TERRA". Egli ha scritto i libri LA LEGGE ETERNA DELL'AMORE”, VERITÀ E SOLUZIONI ed altre pubblicazioni  che potete trovare in formato eBook e cartaceo (libri) sul sito: www.laviadiuscita.net 
Messaggi di Isha Babaji
Associazione SUM Stati/Popoli Uniti del Mondo
Associazione S.U.M. - Stati/Popoli Uniti del Mondo - Casella Postale n° 4 - 73024  Maglie  (Le) -Tel. e fax 0836/484851